Barcellona:Tapas e Gaudì…..

barcelona_sagradafamilia.jpg

casa_batlo.jpg

barcellona_ezap4_T80.jpg

Cammino per le vie di una città cosmopolita,passeggio lungo le Ramblas ,osservo tutte le creazioni di Gaudì,con la sua architettura fantastica…..E si….Sono proprio nel cuore di Barcellona…

A livello culturale c’è tantissimo da fare ,da vedere,anche se non c’è niente di più divertente che sostare nei vari barettini,per gustare dell’ottimo vino e assaporare tapas,ad ogni ora del giono e della notte……..

Per chi avesse nostalgia della vecchia Barcellona,quella pre-olimpiadi,deve fare come me;comprarsi dei libri di Manuel Vasquez Montalbàn…..L’ideatore del detective-gourmet Pepe Carvalho,protagonista dei suoi libri,che narra di una città bellissima,in tutti i suoi quartieri,dal centro alla periferia dove Pepe vive con la fidanzata prostituta.

Troviamo nei libri di Montalbàn,un altro particolare personaggio,Biscuter,un omino che cucina nel retro del suo striminzito ufficio…..l’autore è il precursore degli scrittori gastronomici,dice: A me piace presentare la cucina come metafora della cultura. Per l’autore,man-giare significa ammazzare e ingoiare un essere,animale o vegetale.Che prima era vivo.Se divorassimo direttamente l’animale morto o la lattuga sradicata,ci definirebbero dei selvaggi.Se invece prima di cuocerlo,mariniamo l’ani-male con un bouquet aromatico di erbe di Provenza ,inondandolo di aceto,allora abbiamo realizzato un’operazione culturale,perchè ipocrita come la cul-tura del nostro tempo.E ben sappiamo che Pepe Carvalho nutre un amore odio per la cultura,tanto che solitamente consuma le sue cenette raffinate,con pagine di libri “ipocriti”.

Tornando a oggi,non posso dimenticare di vedere e parlare di casa Batllò(ubicata al civico 43 di Passeig De Gracia),ristrutturata da Gaudì nei primi del 900,per l’imprenditore da cui prese poi il nome ……fantastica,la mia preferita..cosa pagherei per passare un week-end in questa splendida dimora,ormai divenuta museo……

Un salto obbligatorio al Temple Expiatori de la Sagrada Familia,una delle poche Basiliche europee,in fase di costruzione.I lavori ad opera del grande Gaudì,sono cominciati nel 1882,ma mai potuti terminare dall’estroso architetto….Anche se inconclusa ,lo scorso novembre la chiesa è stata consacrata da Papa Benedetto XVI.Se pur bellissima la Sagrada lascia sempre una sensazione di abbandono………….

Ora i miei piedi iniziano a fare male ,decido una sosta in hotel,un bagno caldo mi farà benissimo…voglio essere nel pieno della forma stasera,mi attendono fantastici locali e ristoranti..e io voglio essere bellissima, soprattutto perchè mi sta raggiungendo uomo che non vedo da tanto tempo…e questa mi sembra la città giusta per ritrovare qualcuno ….che si era perso…………………………………………………………………………………………………………………………………..

                                                                                                                                                        Annika

annika.jpg

DUE AMANTI FELICI:Pablo Neruda

DEDICATO A CHI AMA………………………………………………………………………………………………….
“Due amanti felici” (Pablo Neruda)
                                  Due amanti felici fanno un solo pane
                                  una sola goccia di luna nell’erba
                                  lasciano camminando due ombre che s’uniscono,
                                  lasciano un solo sole vuoto in un letto,
                                  di tutte le verità scelsero il giorno.
                                   non s’uccisero con fili,ma con un aroma
                                  e non spezzarono la pace ne le parole.
                                  E’ la felicità una torre trasparente.
                                  L’ aria,il vino vanno coi due amanti,
                                  gli regala la notte i suoi petali felici,
                                  hanno diritto a tutti i garofani.
                                  Due amanti felici non hanno ne fine ne morte,
                                  nascono e muoiono più volte vivendo,
                                  hanno l’eternità della natura.

annika.jpg

                                                                                                                            Merry Christmas….Annika Boc

REGALI DI NATALE:Last minute

chocolat-1.jpgphoto_macaron2.jpgchocolat.jpg                      
t-marieantoinette1.jpg
Nella Bibbia,il peccato consiste nella negazione pratica,da parte dell’uomo,degli obblighi derivanti dall’alleanza con Dio.Adamo ed Eva,prendendo la mela dall’albero proibito della conoscenza,irretiti dal serpente tentatore,violano la legge e vengono cacciati dall’Eden…
Questo mi fa pensare che per noi,il peccato è positivo,in quanto diventa così un ‘occasione di maturazione,che vede nella sofferenza della colpa l’opportunità per allargare i propri confini….
Ora,non voglio spingere nessuno a fare grandi peccati…ma a concedersi piccoli piaceri culinari…Come nel film Chocolat,i cioccolatini diventano oggetto di peccato…Quando si affaccia in un paesino della provincia Francese,una giovane donna,vestita con abiti eccentrici e una curiosa bimba,si crea lo scompiglio generale…Soprattutto quando la donna decide,dopo tanti anni di vita randagia,di fermarsi proprio in quel luogo.Vianne Rocher,la protagonista,inaugura la “Celeste pralinè”,ella prepara cioccolatini di ogni tipo,cioccolate calde e inebrianti,pupazzi di marzapane…l’Attività desta la diffidenza nella maggior parte dei paesani,la curiosità in qualcuno,ed attacchi durissimi da parte del Curato e del Sindaco.Ma la sua mente libera ,la porterà a continuare la sua missione:”portare felicità e piacere”..I l film termina con l’inesauribile richiamo della vita all’avventura,sia essa reale o dell’anima..ma permeata sempre dal profumo di cioccolato…Fantastico….Ora visto che è il 24 dicembre, e non ho ancora e come al solito provveduto ai regali………
 Ho deciso di far entrare nel girone dei golosi,amici e parenti……
Perchè  appunto,cosa c’è di meglio di un profumato,invitante,sconvolgente cioccolatino?soddisfa il palato,migliora l’umore…penso che farò una corsa all’Hotel Bulgari a Milano ,dove posso trovare le produzionidel maitre chocolatier Miura Naoki,l’anima del negozio Bulgari della capitale nipponica..
bulgari.jpg
Una confezione da regalare a chi si ama davvero alla follia………………………………………………………………….

                                                                                                                                 
Altra sfiziosità che intendo regalare sono i “Macarons”,peccati di gola dei Parigini,da Napaoleone in poi,consumati nell’ottocento soprattutto dai nobili e ricchi borghesi.Venivano gustati in salotti,pasticceria,ma mai confezionati in casa…
Tornati alla ribalta,dall’uscita del film di Sofia Coppola,in cui si è vista Maria Antonietta,che solo 14enne viene data in sposa a Luigi XVI,alle varie difficoltà incontrate a Versailles,fino alla rivoluzione Francese… consolarsi con i minuscoli dolci composti da zucchero e albume… da quel momento si è divenuti tutti pazzi …macaromania totale…
A Parigi si potrebbe creare un itinerario del macaron,il divino Pierre Hermè,presente in cinque boutique con 18 gusti,passiamo a Ladurèe da cui passano sempre nomi eccellenti:”woody Allen,Barbra Streisand,Carla Bruni e tanti altri”.
Se siamo impossibilitati da qui a Natale,per un salto veloce a Parigi,cosa assai probabile,almeno per me…Possiamo recarci a Milano in via MonteNapoleone alla Christmas Boutique di Ladurèe,dove troverete macarons di ogni tipo,compreso il nuovo gusto Mille e una notte.
Potrete degustarli anche al ristorante Trussardi alla Scala,firmati Andrea Berton….photo_macaron2.jpg
Sono convinta che facendo questi regali,incontreremoannika.jpgil consenso di molti…portiamoli ad amici,parenti,nemici…con del buon passito,il Natale risulterà splendente….Quindi niente panico da ultimo minuto…scegliamo per ognuno un macaron diverso…ricordando che in ciascuno esistono infinite pesonalità,:una ,nessuna,centomila………..Buon Natale……………
                                                                                                       Annika Boc

NATALE d’AMORE???

default.jpg

MAH!Ciao!come stai bene…sei bellissima!ma sei dimagrita?Subito un brindisi di benvenuto!!!! Via con le danze….cominciano le domande “ingenue” ,sulle avversità successe all’interlocutore del momento,di cui peraltro si sa già tutto….. Finalmente a tavola!La radiografia sull’eventuale aumento o diminuzione del peso,sulla nuova borsa,o sull’ultimo taglio di capelli sembra almeno al momento stoppata…..Cognati, uno di fronte all’altro,genitori o suoceri,fratelli,sorelle,nipoti,tutti seduti,tutti pronti per profanare l’ennesimo Natale…Tra gli antipasti,i primi,il sorbetto,volano sorrisetti,i complimenti ipocriti continuano…

Storielle già sentite,riesumate come nuove,scambio di doni,tra l’invidia:”io non me lo potrei permettere da solo” e, l’amore che il tasso alcolico  fortunatamente procura,e che spesso fa dire più di quanto vorremmo o dovremmo….Insomma è in atto la Babele dei sentimenti…Spesso dopo il terzo bicchiere di ottimo vino,due cognati iniziano a farsi battute acide,come soggetto il Brunetta o Vendola di turno,a questo punto la madre,nonchè suocera,cerca di spegnere i battibecchi,passa diritta in mezzo ai due gladiatori di turno,facendo loro una carezza o provando a raccontare le marachelle che combina il marito,suocero,padre!!!Claro que si!Il povero capo famiglia,Grazie ai capelli bianchi e all’assidua frequentazione alle feste comandate,sa che deve aggirarsi con delle battute divertenti in tasca..mentre la moglie detiene il ruolo di saggia padrona di casa….che fatica,che spreco di energia…

Ma non sappiamo proprio rinunciare a tutto questo,ogni primo giorno del nuovo anno,ci ripromettiamo che per il prossimo Natale saremo ai Caraibi,e lasceremo le malelingue a macerarsi nel proprio fiele,ma inesorabilmente ci presentiamo all’appello….dimenticavo c’è anche chi si chiude in casa fingendo di essere in vacanza(NC)….

Ho messo in apertura del post una foto del film”Il pranzo di Babette”, tratto dal libro di Karen Blixen ,un manifesto di come una cena possa trasformare l’odio,la dffidenza,in amore…io lo rivedrò certamente prima del 25 dicembre,lo consiglio vivamente a tutti……………

La trama è molto dolce,la protagonista diviene grazie a una memorabile cena,la catalizzatrice dei sentimenti,bloccati dal pudore di una piccola comunità nordica.Babette ,rifugiata politica,funge da domestica di due sorelle sfortunate in amore,Martina e Filippa.Entrambe per varie sventure della vita,avevano incontrato l’amore,ma esso poi per vari motivi era fuggito.le due sorelle arrivano infatti alla vecchiaia ancora vergini.La domestica,Babette,ormai affezzionata alle vecchiette,dopo aver vinto una bella somma alla lotteria,decide di rievocare i bei tempi in cui era chef in famoso ristorante di Parigi e di preparare una gran cena.Investe tutto il denaro vinto nell’acquisto degli ingredienti,facendo arrivare i cibi dalla Francia trasgredisce alla regola di frugalità della comunità.

Ma la cura con cui la tavola viene apparecchiata,e un menù con brodo di tartaruga,caviale,quaglie e bottiglie di Clos Veugeot,portano tutti a rievocare gli amori che non furono.La serata nata come una festa della tavola diventa una celebrazione dei sentimenti,dell’amicizia e dell’amore.

Ci sentiremo avvolti dallo charme del film,  romantici e predisposti come da tanto non ci capitava…magari riusciremo anche coi nostri cari a brindare alla vita….a scambiarci regali per il gusto di farlo….sperando di ritrovarci ancora lì il prossimo anno…..utopia?non so….ma voglio provare……annika.jpg

 

                                                                                                                                             Annika Boc

Q.D.P. Qualcosa di personale

annika.jpg

icona_tartufi.jpg

E’ confermato,da gennaio sarò la testimonial di un nuovo prodotto,un gelato,più di un gelato…Sarà un vero e proprio aperitivo,leggermente alcolico,da gustare in vari modi,si presenterà in confezioni dai 6 flutes,in tre gusti diversi che vi svelerò , dopo che il prodotto sarà presentato in anteprima alla fiera di Bologna “Marca”..Sulle confezioni sarà presente la mia immagine,fumettata,la stessa che vedete nel blog o su facebook,mentre alle serate di presentazione del prodotto in giro per l’Italia ci sarò personalmente io.Questa immagine di me ,risponde perfettamente alla mia persona,il grafico ha fatto un lavoro fantastico..E poi credo che un pò di mistero,in questo periodo così sbandierato manifestato possa solo essere positivo;Se pensate all’Odissea,Ulisse protagonista indiscusso nell’opera,nel suo lungo perigrinare verso Itaca non rivela la sua vera identità.Grazie all’astuzia di presentarsi come Nessuno, si salva dal ciclope Polifemo….Persino arrivato in patria,dopo dieci lunghi anni di lontananza,tiene fede al suo segreto fino a che la vecchia nutrice(dopo il suo cane)lo riconosce per via di una cicatrice….morale a volte può essere utile divertente e stimolante non rivelrsi completamente e subito…

 

Mi piacerebbe però raccontarvi,come nasce questo mio nuovo lavoro;direi circa sei anni fa,conobbi a una cena tra amici il dott.Paolo Pizzini (direttore commerciale) della “Coldgelati”,parlammo tutta la sera e ci divertimmo molto,mi raccontò anche un pò del suo lavoro,a cui è molto legato,e della sua azienda che porta avanti dagli anni novanta,con la   famiglia e un gruppo di eccellenti collaboratori.Caso della vita ,coincidenza,destino,morale ci siamo incontrati nuovamente pochi mesi fa,a una cena sempre dello stesso amico,lui era in compagnia di sua moglie con la quale ho stretto immediatamente amicizia..chiaccherando è emersa la necessità di una testimonial per questo nuovo prodotto,e mi è stata offerta l’opportunità di cui vi parlavo pocànzi..

Essendo molto felice ed elettrizzata, da questa bella opportunità,sono andata a visitare l’azienda e ne sono rimasta colpita,per la serietà e professionalità..vi racconto un pò di loro,perlomeno saprete che mangiare cose sane è ancora possibile…coldgelati.gif

Questo il loro marchio,azienda nata negli anni novanta,la New Cold srl,ha saputo inserirsi nel multicolorato scenario delle industrie alimentari.Il continuo investimento tecnologico e la forte specializzazione del personale,ha consentito all’azienda e ai suoi titolari,di essere apprezzata da tutta la filiera distributiva.l’impresa,di fatto è presente in tutto il territorio nazionale ,più in molti paesi esteri.

Produttrice di gelati in vaschetta,coppette,sorbetti,come punta di diamante i loro tartufi,di svariati gusti,aggiungo io buonissimi…in alcune catene alimentari potete trovare i loro prodotti col marchio del super-ipermercato.

La qualità è l’aspetto fondamentale del lavoro della “Coldgelati”,sta proprio nell’attenzione alla salubrità del prodotto.Infatti l’azienda è certificata:

-UNI EN ISO 9001:2008,BRC-Global standard for food safety  e IFS Food.

Oltre a seguire in prima persona la qualità dei prodotti,grazie ad un laboratorio interno,che svolge controlli microbiologici,dalla materia prima al prodotto finito.

Terminata la mia breve ma doverosa presentazione della “Coldgelati”,vi invito a non dimenticare mai il “piacere”,cioè il vero appagamento dei desideri,istinti aspirazioni.Possa esso passare attraverso la degustazione di un gelato,fino al raggingimento dei propri interessi…Anche Aristotele legittima l’aspirazione al piacere come l’inclinazione più naturale dell’uomo…                                                                                           

                                                                                                                              Annika Boc

Teatro alla Scala,eterna emozione

pianoforte.jpg

scalamilan.jpg

scalafuori.jpg       

 

Arrivare in Piazza della Scala,soprattutto nel periodo natalizio è sempre emozionante,hai come la sensazione di trovarti in un’altra epoca….Se poi come me ieri sera,hai la fortuna di avere un invito a teatro,puoi sentirti una contessa,una principessa ottocentesca….E’, e sarà sempre un luogo eletto…

Anche quest’anno il Museo Diocesano,ritorna al Teatro della Scala per l’annuale concerto di raccolta fondi;lo fà portando in scena Louis Lortie,pianista canadese rinomato in tutto il mondo per la sua originalità ed individualità.Che si cimenterà in un omaggio a Chopin,in occasione proprio del bicentenario dalla nascita del grande pianista polacco 1810-1849.

Sensazionali tutti i pezzi interpretati da Louis Lortie,ma di particolare struggimento il primo scherzo in si minore op 20 risale al periodo tormentato dell’insurrezione polacca del 1830,che coglie Chopin nel corso del suo viaggio a Vienna.Le notizie incerte provenienti da Varsavia,l’ansia per i famigliari e amici coinvolti nei combattimenti si riversano sulla sua opera,facendo emergere ancora di più la passionalità del giovane e inqiueto musicista….

Terminato lo splendido omaggio a Chopin,si è passati al” Ridotto Toscanini,” intitolato,proprio al grande Arturo Toscanini,che finanziò segretamente l’attività del Teatro,arrivando a vendere la sua casa di Milano.Diresse il teatro dal 1898 fino al 1908 e tornò negli anni 20..     

In questa splendida sala ristorante,abbiamo gustato un raffinato buffet…sorseggiando Bellavista abbiamo ammirato dall’alto la scintillante  Piazza della Scala,illuminata per il Natale…

Una serata un pò d’altri tempi………penso che non perderò a questo punto,il CONCERTO DI NATALE il 24 dicembre (su RAI 1 alle 12.00) .Sarà la prima volta per me,solitamente fuggo da questi eventi televisivi,ma questa serata mi ha contagiata…provate anche voi,potrà essere una piacevole scoperta………

annika.jpg

 

L’AMORE IN TRAM…….

trmristorante_4.jpg
Credo che niente possa spegnere la passione che si accende tra due persone innamorate,l’afrodisiaco davvero infallibile è l’amore…Ma  a volte le seccature dell’esistenza,il tempo che corre inesorabile,la goffaggine fisica o lo scarso divertimento,possono complicare le cose…E allora bisogna ricorrere  alla fantasia,variare le  proposte da rivolgere al partner,poichè spezzare le abitudini,fare cose nuove,inusuali,rinnova  certamente lo slancio amoroso….
Quindi a noi tutti,stanchi,stressati dal quotidiano, oltre a tornare a guardare la propria metà con gli occhi dell’amore della dolcezza,propongo una serata in Tram…Dimenticatevi le code ,il traffico,i posti occupati,la fatica,poichè qualcuno ha pensato a noi che non possiamo per ragioni lavorative,lasciare la città,ma vogliamo per una sera dimenticare i nostri problemi,le nostre ansie e perchè no,le nostre “Seghe mentali”..
Sto parlando dei nuovi Tram targati ATM,che hanno trasformato le loro carrozze,in ristoranti pieni di raffinatezza ed eleganza,ci accompagneranno dolcemente alla scoperta della città meneghina di notte….un’atmosfera da Orient Express……
Partenza tutte le sere alle ore 20 da Piazza Castello,la cena dura circa 2 ore e mezzo,si prenota esclusivamenete al numero verde ATM 800808181.
C’e la possibilità di scegliere tra un menù di carne o di pesce,il costo è di 50 euro.Veramente una bella esperienza…
Dedichiamo questa serata al nostro innamorato..gustiamoci tutto,il piacere di un sapore si concentra nella lingua e nel palato,anche se spesso non nasce da li,ma dal ricordo.E componenti essenziali di questo piacere risiedono negli altri sensi,la vista ,l’olfatto,il tatto e persino l’udito.. per questa serata e per le prossime,sforziamoci di usare tutti i nostri sensi…per gli uomini…ricordate che la donna è come un frutto che esala la sua fragranza solo quando la mano della pesona che ama,la strofina……..buona serata………………..
annika.jpg

La nuova Milano da bere!

bella.jpgMilano da bere……un’espressione giornalistica quasi dimenticata,definizione nata da uno slogan dell’amaro ramazzotti…..sicuramente ricorderete…Certo era una Milano diversa,intensa,io l’ho vissuta poco avendo 35 anni,ma fortunatamente sono riuscita  un  pò a respirarla..negli anni 80 era il centro del potere dei socialisti-Craxiani,nel capoluogo lombardo si viveva  grande benessere!….i protagonisti principali,giovani rampanti,intraprendenti sempre alla moda..gli yuppies………………………

Tangentopoli cambiò radicalmente lo scenario,per un pò la città fù avvolta da una specie di torpore…solo negli ultimi anni sembra tornata la voglia e la forza di rinascere dalle proprie ceneri…
Sembra che cultura e arte siano in questo dicembre al centro dell’attenzione di milanesi e turisti..Io e alcune amiche abbiamo deciso di viverci un giorno da vacanziere nella capitale meneghina…si parte….!!!!
Piazza della Scala,a Palazzo Marino un capolavoro di Tiziano giovane,”Donna allo specchio”che proviene dal Louvre.Rappresenta il volto di una donna in un momento di quotidianità,di intimità,una donna piena di fascino e bellezza..fantastico….  Passiamo al museo Poldi Pezzoli,troviamo una mostra su Botticelli..affascinante….
A pochi passi dal Duomo,viene inaugurato il nuovo museo del 900,tanti capolavori,all’ultimo piano una grande stanza,sul soffitto un’opera  di Lucio Fontana e delle grandi finestre che si affacciano sul Duomo..Talmente bello da non sembrare reale.
Iniziamo a sentire la stanchezza..propongo una sosta alle “terme di Milano”,troviamo “gusto” stuzzichini e centrifugati a bordo piscina,un sogno…. Ci ridestiamo alle 17.30 dal torpore delle musiche subacquee..quasi pronte per affrontare l'”aperitivo”!!! Vorremmo provare alcuni locali, ma il tempo stringe…puntiamo al “Diana”,una pausa di vera classe,nel raffinato bar-foyer.Assaggiamo il “french Diana Martini”,buonissimo e gustiamo le varie delizie culinarie…Tra una chiacchera e l’altra  passano due ore,confermo che l’happy hour è veramente aggregante ed aiuta a staccare la spina dal quotidiano..
Sono giunte le 21.00,e noi abbiamo una cena a casa di amici…cosa portare? ci balena un’idea molto carina,corriamo in un ipermercato vicino al centro e troviamo ciò che cercavamo,una confezione  da 6 di “flutes sorbet citron”(newcold gelati),il successo è assicurato…
Bellissima giornata..stravissuta…da rifare…la nuova Milano da bere ci ha convinte……
annika.jpg

Cibo e potere…..

0009_leonardo_ultima_cena_15.jpg 
Passiamo mangiando circa quindici anni della nostra vita da svegli:ci mettiamo a tavola in media centomila volte nel corso della nostra esistenza.Spesso si pranza o cena con chi ci è profondamente simpatico,intimo ,amico.Altre volte riunirsi per mangiare può essere  un’indispensabile strumento per prendere decisioni importanti ,a volte infatti nel corso di un pranzo ci si può ritrovare a dover inghiottire un boccone amaro…Cibo e potere si accompagnano da sempre,un pò come sesso e potere,direi che sono inseparabili.. I politici contemporanei amano molto incontrarsi fuori dai luoghi sacri della politica per prendere decisioni fondamentali,spesso preferiscono utilizzare la sala da pranzo della loro dimora perchè più intima,preparare pranzi luculliani ,per cambiare le sorti del mondo. Tempo fa lessi un libro molto interessante “Quattro giorni a teheran”,Churchill,Roosevelt e Stalin 1943,si incontrano a Teheran per decidere come sconfiggere la Germania di Hitler.La svastica nazista sventola su quasi tutta l’Europa,ma non c’è ancora accordo ,tra i tre grandi  su quella che poi sarà chiamata  l”operazione Overland”:lo sbarco in Normandia ,previsto per la primavera del 1944.Tra i leader aspramente divisi da vicende politiche personali,ma uniti contro il nazismo,si svolgono nei quattro giorni della conferenza partite a scacchi ,intrighi,duri colloqui e pranzi; Il 29 novembre,ore 20.30 si scorge uno spaccato dei vari incontri,Stalin vicino a Churcill,di fronte Roosevelt,menù tipicamente russo:zakuski,kefir,bistecca ,gelato,caffè;champagne ,vodka,cognac…il cibo e l’alcol servirono ad attenuare la tensione di quelle drammatiche giornate..Churchill disse di essere sicuro della vittoria su Hitler e sorridendo spiegò:”grazie a Stalin,abbiamo il diavolo dalla nostra parte e grazie a me abbiamo Dio,come sapete è un onesto conservatore….”. Come finì è evidente a tutti…………                     
Quindi via libera al cibo,cene ,pranzi,colazioni,e perchè no,anche i noiosissimi pranzi di Natale,tutto può servire a raggiungere degli scopi,tra cui quello fondamentale di godere dei piaceri della vita,perchè solo facendo ciò che ci piace arriveremo facilmente a capire chi siamo…….
 Annika Boc

Per iniziare

icona_tartufi.jpgCibo e appetito sono i grandi motori della storia,conservano e diffondono la specie,provocano guerre e ispirano canzoni,legge e arte.

Appartengo a quella categoria di persone che che crede nell’amore a prima vista.  Anche se Oscar Wilde ha detto che”l’amore è un reciproco equivico”.

Quando il marito e l’amante sono la stessa persona,forse si perde un filo di eccitazione,ma viene se si è intelligenti subito sublimata dagli interessi comuni,guardare un film insieme,leggere un libro e ogni tanto commentarlo.Ma meraviglia delle meraviglie,mangiare insieme,cucinare,sentire l’aroma del cibo diffuso in casa….e perchè no,inserire cibi afrodisiaci che possano risvegliare i nostri sensi sopiti.

La gola e la lussuria,che ci inducono a tante pazzie,hanno la stessa origine:l’istinto di sopravvivenza.il vincolo tra cibo e piacere,è la prima cosa che impariamo quando nasciamo.la sensazione del lattante intento nella suzione,immerso nel calore e nel profumo della madre ,lasciano una traccia indelebile tutta la vita…

Dall’allattamento alla morte,cibo e sesso rappresentano un ineludibile richiamo.In tarda età alcune persone si allontanano a denti stretti dal tavolo e dal letto;ma ci sono persone capaci di arrivare fino all’ultimo giorno di una lunga e intensa esistenza,con lo stesso appetito per i piaceri terreni.Anziani fantastici,ne cito alcuni,Abramo,Mao,Chagall,Degas,Picasso e milioni di nonne silenziose che per essere donne non sono passate alla storia…

Esiste un profondo legame tra buon cibo,creatività ed eros?credo di si..il profondo benessere che si prova dopo aver gustato un ottimo cibo,porta a stare bene…cosa c’e di meglio in una fredda giornata invernale,avvolti in una coperta,possibilmente davanti a un camino di gustare per es un tartufo gelato al cacao…pura estasi……(foto tartufo cacao “new cold gelati)

annika.jpg