MONZA, GRAN PREMIO 2011, 9-11 SETTEMBRE.. Villa Reale,cena al S.t George’s Premiere…

gran premio 2011.jpgGRAN PREMIO 2011… L’autodromo dimonza.jpg Monza è il circuito più veloce del calendario di formula 1… Una pista  tra le più avvincenti di tutta la Formula 1,per spettatori e piloti..Dal 9-11 settembre in pista -velocità,le brusche frenate prima delle famigerate curve Lesmos..Tanta tensione e pathos …Venerdi 9,e sabato 10 grandi prove..La gara ufficiale sarà l’11 settembre dalle 11.00 alle 14.00. Favorita la Red Bull del campione del Mondo in corso Sebastian Vettel..Grandi speranze per Fernando Alonso.. http://www.monzanet.it/it

http://gpitalia.it/biglietti_gran_premio_italia.asp?ref=BM

http://www.mygpticket.com/f1/ita/race/monza_f1/lista_bigl…

http://www.monzaebrianzainrete.it/itemById.do?id=1800                                                               Dopo i brividi  della corsa,può essere interessante visitare lo splendidovilla reale monza 3.jpg parco di Monza,con la Villa Reale in stile   neoclassico usato dai reali di Austria e poi d’Italia ,ora sede di mostre,esposizioni,e un’ala destinata a l’istituto d’arte…Per un pranzo o una cena molto chic,all’interno del parco si trova lo splendido ristorante saint george premier 5.jpgSaint George’s Premiere,saint george premiere 1.jpguna costruzione neoclassica un tempo destinata alla caccia dei reali..Una cucina molto raffinata…Viale Vedano 7,(info@saintgeorges.it).

 

gran premio 2011,monza,villareale,ristorante,saintgeorgespremier,autodromo,piloti,redbull,alonso,sebastianvettelOgni volta che assisto al  Gran Premio di Monza mi chiedo:”dove troveranno il coraggio”?….                     Come cita Osho “La via del cuore è la via del coraggio :essa significa vivere nell’insicurezza,nell’amore nella fiducia e ti orienta verso l’ignoto.E’ la via che ti fa abbandonare il passato e ti apre al futuro.Essere coraggiosi significa incamminarsi su percorsi pericolosi.”..  gran premio 2011,monza,villareale,ristorante,saintgeorgespremier,autodromo,piloti,redbull,alonso,sebastianvettel                                          

SAINT-TROPEZ 24 SETTEMBRE LE VOILES… GELATI DA BARBARAC.. ZUPPA “BOUILLABAISSE” A LE FERME DU MAGNAN..

L’affascinanteSAINT-TROPEZ3.jpg Saint-Tropez offre sempre il massimo…Una costa stupenda,una cittadina fashion… Una buona occasione per visitarla in settembre potrebbe essereLES VOILE.jpg Les Voiles 24 settembre to 2 ottobre,quasi 3000 membri dell’equipaggio saranno in competizione per questa affascinante regata..Le barche saranno 250 tra moderne e tradizionali..La premiazione il 2 ottobre… Se decidete per una modaiola puntatina a Saint-Tropez non potete perdere il famoso gelato di BARBARAC.jpgBarbarac che attira golosi da ogni parte del mondo…E poi un ristorante dove degustare la famosa bouillabaisse?…La sintesi di tutte le delizie a base di pesce è lei,la famosa zuppa..Secondo la mitologia fu ideata da Venere per indurre Vulcano a nuove prodezze amorose..Il posto migliore per mangiarla dovrebbe essere una di quelle trattorie del porto di Marsiglia..Pare che anche a Saint-Tropez ci siano dei ristoranti che servono una bouillabaisse da mille e una notte..Per esempio LE MAGNAM 1.JPGLe Ferme du Magnan,vicino a Cagolin,è certamente un ottimo posto.Per sentirvi dei veri tropezien,un ottimo aperitivo si prende a lasaint-tropez,le voliles,bouillabaisse,gelati,barbarac,regata,zuppa,pesce Brasserie des Arts…                                              Per chi avesse una irrefrenabile voglia di bouillabaisse ,ecco la ricetta per prepararla in casa…

BOUILLABAISSE.jpgBOUILLABAISSE

Sarebbe meglio preparare questa zuppa al mare,poichè richiede sei tipi di pesce,tutti appena pescati,che vanno lavati e tagliati a pezzettoni(scartando coda e testa).In una padella di ferro,mettere due terzi di una tazza di olio e fare friggere due spicchi di aglio tritato.Contemporaneamente aggiungere tre pomodori grandi tagliati,una spolverata di zafferano e un cucchiaio di zucchero.Versare  otto tazze di acqua e una di ottimo vino bianco,far cuocere a fuoco alto.Versare poi altri due terzi di tazza di olio e in ordine inserire i pesci ,cominciando da quelli più consistenti,che devono cuocere almeno 10 minuti,e poi i più teneri che non richiedono più di 5 minuti di cottura.Alla fine servire questa zuppa rustica ma molto afrodisiaca in grandi piatti o annika.jpgscodelle..Da abbinare  a pane tostato,ottima la baguette….Bon appetit..18-06-2011 11.54.42.JPG

Biennale di Venezia.. LANA SUTRA.. Opera di Erik Ravelo.. fino al 27 novembre..

birennale venezia 1.jpgDei fili di lana trasformati in fili d’amore! Un filo di lana collega Fabrica,il Centro di ricerca del gruppo Benetton per la comunicazione sociale..Il padiglione Italia all’Arsenale ospita una delle 15 installazioni di
lana sutra 5.jpgLana Sutra
,fantastica opera dell’artista cubano Erik Ravelo..  Posizione delle Tigretigre2.jpg
,questa l’installazione scelta :un uomo e una donna avvolti,fasciati da fili di lana di colore diverso,che si mischiano,fondono,confondono,annodandosi proprio nel punto di contatto tra i due corpi…Questa opera parla e racconta dei sentimenti primordiali ,naturali,per questo puri…Una interpretazione libera e colorata che accende i sensi… (www.labiennale.org)…

Terminata la visita alla Biennale,una passeggiata nella splendidavenezia 1.jpeg città lagunare …Attraversando Piazza San Marco ,verso le Procuratie nuove,Alberto Nardi,dal 1920 creaalbero nardi.jpg gioielli esclusivi tra cui i famosi Moretti accanto a una linea pret-à-porter di tulipani,fiori,frutti dai colori brillanti e dagli smalti splendenti..Dopo tante meraviglie c’è bisogno di gratificare il palato…Passato campo San Salvador,appena dietro la statua del Goldoni,in campo San Bartolomeo,un pò appartata,troviamo l’enotecaai rusteghi2.jpg Ai Rusteghi. Il tempio di Bacco,380 etichette di vini e cichetti da gourmand..Da assaggiare le acciughe del Cantabrico…  Si arriva verso sera nei locali nei paraggi del
venezia rialto.jpgMercato di Rialto,si alzano per l’aperitivo calici e calici di prosecco…venezia,biennale,erikravelo,benetton,lanasutra,ciccheti,vino,airusteghi,albertonardiQuesta è Venezia..O perlomeno è anche questa………..                      ” Dove stai andando? Butta via la cartina! Perché vuoi sapere a tutti i costi dove ti trovi in questo momento? D’accordo: in tutte le città, nei centri commerciali, alle fermate degli autobus o della metropolitana, sei abituata a farti prendere per mano dalla segnaletica; c’è quasi sempre un cartello con un punto colorato, una freccia sulla mappa che ti informa chiassosamente: “Voi siete qui”. Anche a Venezia, basta che alzi gli occhi e vedrai molti cartelli gialli, con le frecce che ti dicono: devi andare per di là, non confonderti, Alla ferrovia, Per san Marco, All’Accademia. Lasciali perdere, snobbali pure. Perché vuoi combattere contro il labirinto? Assecondalo, per una volta. Non preoccuparti, lascia che sia la strada a decidere da sola il tuo percorso, e non il percorso a farti scegliere le strade. Impara a vagare, a vagabondare. Disorientati. Bighellona.” (Tiziano Scarpavenezia,biennale,erikravelo,benetton,lanasutra,ciccheti,vino,airusteghi,albertonardi)

 

 

SIENA.. “LA CITTA’ AROMATICA”….DAL 23 AL 26 AGOSTO, si comincia con Roy Paci&Aretuska,si chiude il 26 sera con Massimo Ranieri..

Siamo a siena2.jpgSiena…Dal 23 al 26 agosto,questa splendida città si trasforma in un palcoscenico all’aperto con spettacoli di danza e tantissima musica,dal rock alla musica popolare,all’immancabile Jazz…Tutto ciò racchiuso in una tre giorni artistica perla citta aromatica.jpgLA CITTA’ AROMATICA”…. Artisti di levatura internazionale,nazionale e grandi protagonisti locali..L’atmosfera magica è assicurata…Si comincial il 23 agosto con il rock di roy paci e aretuska.jpgRoy Paci &Aretuska… Il 24 agosto i motus1.jpgMotus…con la loro danza”eclettica e atletica”..Il 25 agosto troviamo filippo graziani.jpgFilippo Graziani,il figlio di Ivan che rende omaggio al padre con “Viaggi e Intemperie”…Il 26 si chiude con un grandissimo spettacolo in piazza…Il garnde massimo ranieri.jpgMassimo Ranieri… per info: comunesiena.it

Per godersi il cibo tipico della zona,hosteria il carroccio 1.JPGHosteria il Carroccio in via del Casato di Sotto,32 tel.057741165. Vicino a Piazza del Campo,troviamo questa tipica osteria…Gli antipasti sono da sogno,con i vari crostini,segue la famosa ribollita,la pappa al pomodoro,tagliatelle al ragù,filetto con tartufo e porcini…Tantissimi piatti,tutti da degustare abbinati a un ottimo vino locale..Per finire cantuccini e Vin Santo..                                       annika.jpg18-06-2011 11.54.42.JPG “Si dovrebbe godere della gioia,della bellezza,del colore della vita.Quanto meno si parla delle piaghe della vita tanto meglio è”. Oscar Wilde

 

 

In barca a vela all’isola d’Elba e nell’arcipelago Toscano

isola d'elba,toscana,barca a vela,vacanza,navigare

isola d'elba, toscana, barca a vela, vacanza, navigare

 

Tutti a bordo si salpa dalla marina di Scarlino

isola d'elba,toscana,barca a vela,vacanza,navigare

 

 

isola d'elba, toscana, barca a vela, vacanza, navigare

isola d'elba, toscana, barca a vela, vacanza, navigare

 La barca a vela aiuta a recuperare un rapporto più sincero con se stessi…Relax,sole,mare,salsedine,tramonti indimenticabili…Un aperitivo da sorseggiare con i nostri compagni di viaggio..Che ci saranno certamente affini…Poichè la vita in barca è affascinante quanto particolare……           Una sosta all’indimenticabile Isola del Giglio,una cena fantastica al ristorante “La Paloma”..Un cartello molto curioso all’ingresso,”Cucina Spontanea”,qualche scalino porta all’interno del piccolo locale,arredato con un bancone,tavoli e sedie di colori differenti..Una cucina speciale,un menù giornaliero che sfrutta la “filiera corta”,di un pescatore locale e prodotti dell’itticultura orbetellana..Il menù ovviamente non è programmabile e varia di continuo…tel 0564.809233.

MI abbandono alle parole del grande Mark Twain”Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto.Quindi mollate le cime.Allontanatevi dal porto sicuro.Prendete con le vostre vele i venti.Esplorate.Sognate.Scoprite“.isola d'elba,toscana,barca a vela,vacanza,navigareisola d'elba,toscana,barca a vela,vacanza,navigare Buon viaggio a tutti ovunque vi troviate……….Poichè il viaggio più interessante,difficile,imprevedibile,è proprio la nostra quotidianità…

 

UNA GIORNATA SPECIALE.. SPOTORNO, “Zù a Mà”… ROMANTICO PIC-NIC A BORDO DI UN GOZZO…

zuama,ristorante,spotorno,mare,pesce,dolci,savona,pceanomare,baricco,sapori,gozzo,dolceegabbana,gold,giacomogallinaContinua il mio viaggio alla ricerca dei piaceri della vita,ecco un angolo speciale per  chi  ama il mare,i suoi sapori,profumi…Per  una sorpresa romantica a un uomo o donna ,non resta che andare a Spotorno… ZUAMA SPOTORNO 1.jpgUn nuovo ristorante che saprà esaudire la nostra infinita voglia di mare e di amare… Giù al mare,nella Baia di Spotorno si trova un ristorante nato da poco il
zù a mà 2.jpgZù a Mà…(www.zuama.it) tel 019.747891.Creatore di tanta perfezione il grande chef ZUAMA 2.jpgGiacomo Gallina,famoso anche per aver lanciato in maniera esemplare il Gold di Dolce & Gabbana.. Dopo aver lavorato a New York,Parigi,Milano,ha deciso di creare una location emozionale.. Ci accoglie infatti in una vecchia rimessa per gozzi..Il restauro ha lasciato immutata la magia dell’ambiente…Una cucina espressa, semplice ma di livello elevatissimo,un menù incentrato sula mare e sui prodotti stagionali..Dimenticavo..ZUAMA DOLCI.pngdolci sonvolgenti…Ma la vera chicca è la possibilità di degustare questi squisiti piatti a bordo di unzù a mà spotorno 11.jpg gozzo..Che ci porta in mezzo al mare,per ammirare la costa savonese,coccolandoci con cibi speciali,stuzzichini e  fantastico vino..                                     mare 12.jpgQuesto luogo mi fà pensare insistentemente a un libro che ho letto e riletto e che mi accompagna sempre..”Oceano Mare ” di Alessandro Baricco:                     

“…Così Elisewin scese verso il mare nel modo più dolce del mondo – solo la mente di un padre poteva immaginarlo – portata dalla corrente, lungo la danza fatta di curve, pause ed esitazioni che il fiume aveva imparato in secoli di viaggi, lui, il grande saggio, l’unico a sapere la strada più bella e dolce e mite per arrivare al mare senza farsi del male… 
…Ancora adesso nelle terre di Carewall, tutti raccontano quel viaggio. Ognuno a modo suo. Tutti senza averlo mai visto. Ma non importa. Non smetteranno mai di raccontarlo. Perché nessuno possa dimenticare di quanto sarebbe bello se, per ogni mare che ci aspetta, ci fosse un fiume, per noi. E qualcuno – un padre, un amore, qualcuno- capace di prenderci per mano e di trovare quel fiume – immaginarlo, inventarlo – e sulla sua corrente posarci, con la leggerezza di una sola parola, addio. 
Questo, davvero sarebbe meraviglioso. Sarebbe dolce, la vita, qualunque vita. E le cose non farebbero male, ma si avvicinerebbero portate dalla corrente, si potrebbe prima sfiorarle e poi toccarle e solo alla fine farsi toccare. Farsi ferire, anche. Morirne. Non importa. Ma tutto sarebbe, finalmente, umano. Basterebbe la fantasia di qualcuno – un padre, un amore, qualcuno. Lui saprebbe inventarla una strada, qui, in mezzo a questo silenzio, in questa terra che non vuole parlare. Strada clemente, e bella. Una strada da qui al mare.” 

 

annika.jpg18-06-2011 11.54.42.JPG 

GELATI E SORBETTI.. GOURMET-BIO-GLAMOUR… PER OGNI GUSTO..!

Obama.jpgPiace…anche a Barack Obama…..Trovo che ci sia qualcosa di magico e attraente in questo alimento che attraversa senza crisi la storia….Fresco,goloso,nutriente… Cambiano le forme,i gusti,il packaging…Si gusta nel bicchierino,sullo stecco,nella flute…Voglio fare una panoramica sui gelati più gettonati e innovativi del 2011!!

Partiamo con il gelato albero dei gelati.pngIncoronato,premio Golosario migliore gelateria 2011 e Oscar qualità e cortesia Gambero Rosso 2011.Riconoscimenti andati all’Albero dei Gelati(Seregno-Cogliate-Barlassina)..(www.alberodeigelati.it) .

Passiamo alla gelateria artigianale Pasqualina di Bergamo tavolozza.jpgcon la sua Tavolozza (www.lapasqualina.it)

Il bio ice dicookie dough.jpg Cookie Dough alla vaniglia nel contenitore pezzato,prossima apertura a Roma(www.benjerry.it)

Nel centro di Milano l’eleganza e la bontà del gelatoladurèe2.jpg Ladurèe con macaron,(www.ladurèe.fr) .

Per gourmand.. molto chic la coppette del pasticciere pariginopierre herme.jpg Pierre Hermè (www.pierreherme.com) .

Per gli appassionati del bastoncino,in questo caso molto fashion!divertenti i gelati russi
stoyn russi.jpgStoyn
scolpiti con volti famosi come quelli di Marilyn Monroe e il Che Guevara,o di Darth Vader il cattivissimo di “Guerre Stellari”,(http://stoyn.com).ù

Un inno al Tricolore del cuoco Davide Oldani che rappresenta l’Italia attraverso:DAVIDE OLDANI GELATO UNITA ITALIA.jpgYtalia Trid’O..basilico,Grana Padano,pomodoro con vaniglia e note agrumate…Gelato Festival 2011

Dulcis in fundo i miei sorbetti..Infatti il
confezione sorbetto mojito Annika Boc.jpgsorbetto gusto Mojito “Cold gelati” in confezione da sei flutes è stato segnalato dalla rivista “Dolci & Consumi“come prodotto novità… Potete trovare i sorbetti anche al gusto limone e Spritz….(www.annikaboc.com)  (www.coldgelati.com) .

Che dire il mondo del gelato incontra arte ,creatività,estro…La bellissimavacanze romane.jpg Audrey Hepburn in “Vacanze Romane” gustava il suo cono,passeggiando e girando in Vespa per la splendida Roma…

annika.jpg18-06-2011 11.54.42.JPGDello zucchero,dei dolci,dei gelati,delle carezze è facile diventare schiavi…Ma che bella schiavitù…I gelati sono come i concerti Barocchi nella storia della musica:UN’ARTE SOTTILE…………

In Bicicletta nel Sirente Velino terra di Tartufi e non solo… Noi due soli pedalando senza fretta.. Una ricetta afrodisiaca a base di tartufo…

abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velino
 Ecco una splendida giornata…………………

abruzzo, mountain bike, biciletta, vacanza, gran sasso, sirente velino

abruzzo, mountain bike, biciletta, vacanza, gran sasso, sirente velino

Il parco del Velino-Sirente che si stende per oltre 60.000 ettari, comprende una catena di montagne che sovrastano l’altipiano carsico delle Rocche e fanno da corona alla sommità maggiore del Velino, che con i suoi 2486 metri di altezza è la terza vetta dell’Appennino ed al monte Sirente.

abruzzo, mountain bike, biciletta, vacanza, gran sasso, sirente velinoNumerose sono le aree selvagge di particolare interesse naturalistico, come le gole di Celano, lungo e stupendo canyon; i piani di Pezza, i prati del Sirente, la foresta dell’Anatella, la valle del Puzzillo, il vallone di Teve e la valle di Majelama. i Prati sono verdissimi e la voglia di correre verso i laghi montani a bordo di una bicicletta è irrefrenabile  http://www.parcosirentevelino.it/. le sorprese diquesta terra non finiscono certo qui, i sapori della tavola sono davvero unici..

Abruzzo terra di abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velinoTartufo (tartufo bianco, tartufo nero,tartufo d’estate o scorzone, tartufo d’inverno o moscato. In Abruzzo, c’è la miglior raccolta di tartufi di tutto il mondo e il 40% dei tartufi d’Italia sono prodotti in questa regione.  ) abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velinoZafferano (Zafferano DOP dell’Aquila è un prodotto unico ed esclusivo per storia, ambiente, coltura e lavorazione. La raccolta è effettuata manualmente nelle prime ore del mattino, quando la corolla è ancora chiusa. I fiori recisi sono raccolti in canestri di vimini e aperti con manualemente, separando gli stimmi dallo stilo)  http://www.parks.it/parco.sirente.velino/                          …………………………………… Zafferano e tartufi,cibi rinvigorenti e secondo i saggi aiuterebbero a vincere il tedio in amore….Si narra che Napoleone prima di affrontare Giuseppina nelle tentazioni amorose del talamo imperiale,si ricaricasse abbuffandosi di tartufi…Per una cena organizzata all’ultimo minuto,in mancanza di tartufi,teniamo sempre in casa una boccetta di olio al tartufo… Ora una ricetta per abbattere qualsiasi barriera in amore….                                                                                        CREMA DELL’AMORE….                     Ingredienti

 

 

2 tazze di brodo di verdura

1 tazza di champignon freschi

1/2 tazza di porcini freschi

1 spicchio d’aglio

3 cucchia olio di oliva

1 cucchiaio olio di oliva  al tartufo

1/4 di tazza di Porto

2 cucchiai di panna acida

sale e pepe

PREPARAZIONE

Soffriggere lo spicchio d’aglio con olio e funghi misti,dopo circa cinque minuti aggiungere il brodo,il porto e l’olio di oliva al tartufo.Aggiungere sale e pepe e lasciare cuocere a fuoco lento con coperchio fino a quando il composto non è morbido e la casa non profuma di felicità..Per concludere inserire il tutto nel frullatore..Otterremo un composto denso e dal profumo irresistibile…Attendiamo il nostro ospite,indossiamo un abito di seta colorato..Spiattiamo e decoriamo con panna acida..(se abbiamo del tartufo,facciamo una grattatina sulla crema)…Da abbinnare a un fantastico Montepulciano d’Abruzzo….Buona serata…………………….abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velinoche ne dite di questo abito verde di Pippa per l’occasione?…….
ricettaafodisiaca,tartufi,abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velino 

Santo Stefano di Sessano .. albergo Diffuso..

santo stefano di sessano, abruzzo, borghi d'italia, terremoto abruzzo, albergo diffuso

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffuso

Il borgo di S. Stefano di Sessanio in provincia de l’Aquila (  il nido d’aquila del Gran Sasso) è, tra i monumenti dell’uomo, forse il più suggestivo dell’intero Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. E’ un paese completamente costruito in pietra calcarea bianca, il cui candore è stato reso opaco dal tempo.

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffusoLe lenticchie di S. Stefano di Sessanio sono il prodotto caratteristico del borgo, biologiche da sempre, appartengono ad una qualità rara e antica che viene coltivata soltanto nei terreni aridi di alta montagna tra i 1200 e i 1450 metri.

La caratteristiche principali sono il colore marrone scuro, le dimensioni molto piccole, la superficie rugosa e striata e, soprattutto, il sapore che le ha rese celebri in tutta l’Italia, utilizzate dai migliori chef per piatti tradizionali o della nouvelle cuisine. Possono essere conservate a lungo senza perdere sapore e cuociono in circa 20 minuti senza essere messe a bagno la sera prima. Naturalmente

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffusoil piatto del borgo è La zuppa di lenticchie servita con quadratini di pane fritto in olio di olivaOttime sono pure le carni degli agnelli allevati nell’altopiano di Campo Imperatore: una specialità è l’agnello alla chiaranese con formaggio e uova.

 Quando la storia incontra il turismo l’ “albergo diffuso” a Santo Stefano di Sessanio (AQ) L’ albergo diffuso è una  nuova forma di ospitalità, che ha trovato il maggior successo nei piccoli borghi  attraverso la quale il turista si trova immerso nella realtà locale in prima persona.

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffusoDormire a Santo Stefano di Sessano è semplice attraverso le strutture dell’albergo diffuso che non è una struttura alberghiera ex-novo, ma una struttura orizzontale con lo scopo di trasformare gli edifici in disuso, all’interno del paese, in alloggi e punti di ristoro.

La gestione dell’albergo diffuso a Santo Stefano di Sessanio, è affidata alla Sextantio s.r.l. http://www.sextantio.it/ . Anche se il terremoto ha ferito il borgo, il borgo è rinato e ospita già turisti da tutto il mondo……..  

                                              santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffuso Passeggiare,dormire,pasteggiare in questo luogo,regala la sensazione di ritrovarsi nei giardini della memoria…Ricordi associati ai sensi,ricordi legati alle persone che hanno attraversato la nostra vita…I pasti caldi della mamma,il profumo di tabacco del nonno,quel pane e prosciutto assaporato nel giardino della nonna..Un piacere goduto senza fretta,infatti quì non esiste fretta,il ricordo del sapore di un bacio,l’immagine di un letto tiepido lasciato…Il calore di un abbraccio,di carezze di giochi della mente…Un viaggio senza carta geografica nella regione del cuore,della mente,del dolore,del piacere….La vita,l’amore,il cibo hanno confini così labili da fondersi completamente….. santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffuso                                        

Il silenzio assordante della città de L’Aquila .. il terremoto che toglie le parole.. ma non la voglia di vivere..

 

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

 

E’ assordante il silenzio per il centro de l’Aquila, è assordante la musica del Bar della Piazza, così fuori luogo per chi, come me, si avvicina per la prima volta dal sisma, alle ferite del capoluogo abruzzese, così necessaria per coloro che vogliono urlare “CI SIAMO . SIAMO VIVI – VOGLIAMO RINCOMINCIARE ” lo capisco solo dopo, solo quando giù verso la fine del corso tra decine di negozi chiusi, di vetrine vuote, di ponteggi, di impalcature risento la musica,  alta, assordante, così nuovamente inopportuna e nelle stesso tempo così necessaria per tornare a vivere… 4 tavolini lì nella strada  ed allora comprendo, mi siedo, prendo la macchina fotografica e non ho più vergogna, non ho più la sensazione di violare uno spazio, un dolore che non mi appartiene..

 

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

ordino un aperitivo ed inizio a fotografare la città che morde le macerie, la città che non vuole più aspettare, la città che urla ai pochi turisti ammutoliti che con incredulità guardano la forza della natura e l’incapacità dell’uomo di controllarla… IO SONO ANCORA QUI.. diventa chiaro il messaggio dentro la basilica, torno nuovamente là per fotografare

 

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

Duomo di San Massimo ( Opera di: Lea Contestabile “Il sogno della Bella Addormentata”, un’enorme coperta fatta di oltre mille casette di stoffa, cucite a mano e ricamate, a coprire una donna dormiente sotto uno degli altari)

la luna si sta alzando nel cielo nuovamente per guardare la città.. chissà se anche lei sta urlando.. “Voglio vivere” ??

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

(la fontana delle 99 cannelle restaurata dal FAI)

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto  Il coraggio di non guardare troppo indietro e nemmeno troppo avanti,ma di stare nel presente,come da piccoli,non facciamoci troppe domande,il nostro unico impegno è l’oggi..Galleggiamo nell’esistenza…poichè forse ha ragione lui…”La vita è un brivido che vola via,tutto un’equilibrio sopra la follia”…Vasco..o come disse Oscar Wilde”Dietro a ogni cosa squisita vi è una cosa tragica.I mondi debbono penare perchè possa sbocciare un fiore..”.aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto