Compriamo colombe pasquali e vino prodotti nelle carceri! Vestiamo alla Sartoria San Vittore

Credo che sia importante passare ai fatti… Si parla e si riparla di riabilitare chi vive un pezzo importante di vita dietro le sbarre.. Per dare un contributo reale, si può per esempio acquistare la fantastica pasticceria prodotta  nel carcere di Padova “dolci di giotto 1.jpgI dolci di Giotto” :http://www.idolcidigiotto.it/web/guest;jsessionid=9FFEEC5EA77BDB9932AF74B32C4BE24A potremmo cominciare con delle

 colombe pasquali!  Oppure il vino laziale jail.jpgJail prodotto nella casa circondariale di Velletri!http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_21_1.wp?previsiousPage=mg_1_21&contentId=PRD481397. Per non farsi mancare nulla il 21 marzo in via Terraggio 28 a Milano   si potrà ammirare  la collezione pret-à-porter, realizzata dallasartoria san vittore.jpg sartoria San Vittore..http://www.cooperativalice.it/


carceri,cibo,i dolci di giotto,vino jail,abbigliamento,sartoria san vittorecarceri,cibo,i dolci di giotto,vino jail,abbigliamento,sartoria san vittore

In Bicicletta nel Sirente Velino terra di Tartufi e non solo… Noi due soli pedalando senza fretta.. Una ricetta afrodisiaca a base di tartufo…

abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velino
 Ecco una splendida giornata…………………

abruzzo, mountain bike, biciletta, vacanza, gran sasso, sirente velino

abruzzo, mountain bike, biciletta, vacanza, gran sasso, sirente velino

Il parco del Velino-Sirente che si stende per oltre 60.000 ettari, comprende una catena di montagne che sovrastano l’altipiano carsico delle Rocche e fanno da corona alla sommità maggiore del Velino, che con i suoi 2486 metri di altezza è la terza vetta dell’Appennino ed al monte Sirente.

abruzzo, mountain bike, biciletta, vacanza, gran sasso, sirente velinoNumerose sono le aree selvagge di particolare interesse naturalistico, come le gole di Celano, lungo e stupendo canyon; i piani di Pezza, i prati del Sirente, la foresta dell’Anatella, la valle del Puzzillo, il vallone di Teve e la valle di Majelama. i Prati sono verdissimi e la voglia di correre verso i laghi montani a bordo di una bicicletta è irrefrenabile  http://www.parcosirentevelino.it/. le sorprese diquesta terra non finiscono certo qui, i sapori della tavola sono davvero unici..

Abruzzo terra di abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velinoTartufo (tartufo bianco, tartufo nero,tartufo d’estate o scorzone, tartufo d’inverno o moscato. In Abruzzo, c’è la miglior raccolta di tartufi di tutto il mondo e il 40% dei tartufi d’Italia sono prodotti in questa regione.  ) abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velinoZafferano (Zafferano DOP dell’Aquila è un prodotto unico ed esclusivo per storia, ambiente, coltura e lavorazione. La raccolta è effettuata manualmente nelle prime ore del mattino, quando la corolla è ancora chiusa. I fiori recisi sono raccolti in canestri di vimini e aperti con manualemente, separando gli stimmi dallo stilo)  http://www.parks.it/parco.sirente.velino/                          …………………………………… Zafferano e tartufi,cibi rinvigorenti e secondo i saggi aiuterebbero a vincere il tedio in amore….Si narra che Napoleone prima di affrontare Giuseppina nelle tentazioni amorose del talamo imperiale,si ricaricasse abbuffandosi di tartufi…Per una cena organizzata all’ultimo minuto,in mancanza di tartufi,teniamo sempre in casa una boccetta di olio al tartufo… Ora una ricetta per abbattere qualsiasi barriera in amore….                                                                                        CREMA DELL’AMORE….                     Ingredienti

 

 

2 tazze di brodo di verdura

1 tazza di champignon freschi

1/2 tazza di porcini freschi

1 spicchio d’aglio

3 cucchia olio di oliva

1 cucchiaio olio di oliva  al tartufo

1/4 di tazza di Porto

2 cucchiai di panna acida

sale e pepe

PREPARAZIONE

Soffriggere lo spicchio d’aglio con olio e funghi misti,dopo circa cinque minuti aggiungere il brodo,il porto e l’olio di oliva al tartufo.Aggiungere sale e pepe e lasciare cuocere a fuoco lento con coperchio fino a quando il composto non è morbido e la casa non profuma di felicità..Per concludere inserire il tutto nel frullatore..Otterremo un composto denso e dal profumo irresistibile…Attendiamo il nostro ospite,indossiamo un abito di seta colorato..Spiattiamo e decoriamo con panna acida..(se abbiamo del tartufo,facciamo una grattatina sulla crema)…Da abbinnare a un fantastico Montepulciano d’Abruzzo….Buona serata…………………….abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velinoche ne dite di questo abito verde di Pippa per l’occasione?…….
ricettaafodisiaca,tartufi,abruzzo,mountain bike,biciletta,vacanza,gran sasso,sirente velino 

Santo Stefano di Sessano .. albergo Diffuso..

santo stefano di sessano, abruzzo, borghi d'italia, terremoto abruzzo, albergo diffuso

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffuso

Il borgo di S. Stefano di Sessanio in provincia de l’Aquila (  il nido d’aquila del Gran Sasso) è, tra i monumenti dell’uomo, forse il più suggestivo dell’intero Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. E’ un paese completamente costruito in pietra calcarea bianca, il cui candore è stato reso opaco dal tempo.

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffusoLe lenticchie di S. Stefano di Sessanio sono il prodotto caratteristico del borgo, biologiche da sempre, appartengono ad una qualità rara e antica che viene coltivata soltanto nei terreni aridi di alta montagna tra i 1200 e i 1450 metri.

La caratteristiche principali sono il colore marrone scuro, le dimensioni molto piccole, la superficie rugosa e striata e, soprattutto, il sapore che le ha rese celebri in tutta l’Italia, utilizzate dai migliori chef per piatti tradizionali o della nouvelle cuisine. Possono essere conservate a lungo senza perdere sapore e cuociono in circa 20 minuti senza essere messe a bagno la sera prima. Naturalmente

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffusoil piatto del borgo è La zuppa di lenticchie servita con quadratini di pane fritto in olio di olivaOttime sono pure le carni degli agnelli allevati nell’altopiano di Campo Imperatore: una specialità è l’agnello alla chiaranese con formaggio e uova.

 Quando la storia incontra il turismo l’ “albergo diffuso” a Santo Stefano di Sessanio (AQ) L’ albergo diffuso è una  nuova forma di ospitalità, che ha trovato il maggior successo nei piccoli borghi  attraverso la quale il turista si trova immerso nella realtà locale in prima persona.

santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffusoDormire a Santo Stefano di Sessano è semplice attraverso le strutture dell’albergo diffuso che non è una struttura alberghiera ex-novo, ma una struttura orizzontale con lo scopo di trasformare gli edifici in disuso, all’interno del paese, in alloggi e punti di ristoro.

La gestione dell’albergo diffuso a Santo Stefano di Sessanio, è affidata alla Sextantio s.r.l. http://www.sextantio.it/ . Anche se il terremoto ha ferito il borgo, il borgo è rinato e ospita già turisti da tutto il mondo……..  

                                              santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffuso Passeggiare,dormire,pasteggiare in questo luogo,regala la sensazione di ritrovarsi nei giardini della memoria…Ricordi associati ai sensi,ricordi legati alle persone che hanno attraversato la nostra vita…I pasti caldi della mamma,il profumo di tabacco del nonno,quel pane e prosciutto assaporato nel giardino della nonna..Un piacere goduto senza fretta,infatti quì non esiste fretta,il ricordo del sapore di un bacio,l’immagine di un letto tiepido lasciato…Il calore di un abbraccio,di carezze di giochi della mente…Un viaggio senza carta geografica nella regione del cuore,della mente,del dolore,del piacere….La vita,l’amore,il cibo hanno confini così labili da fondersi completamente….. santo stefano di sessano,abruzzo,borghi d'italia,terremoto abruzzo,albergo diffuso                                        

Il silenzio assordante della città de L’Aquila .. il terremoto che toglie le parole.. ma non la voglia di vivere..

 

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

 

E’ assordante il silenzio per il centro de l’Aquila, è assordante la musica del Bar della Piazza, così fuori luogo per chi, come me, si avvicina per la prima volta dal sisma, alle ferite del capoluogo abruzzese, così necessaria per coloro che vogliono urlare “CI SIAMO . SIAMO VIVI – VOGLIAMO RINCOMINCIARE ” lo capisco solo dopo, solo quando giù verso la fine del corso tra decine di negozi chiusi, di vetrine vuote, di ponteggi, di impalcature risento la musica,  alta, assordante, così nuovamente inopportuna e nelle stesso tempo così necessaria per tornare a vivere… 4 tavolini lì nella strada  ed allora comprendo, mi siedo, prendo la macchina fotografica e non ho più vergogna, non ho più la sensazione di violare uno spazio, un dolore che non mi appartiene..

 

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

ordino un aperitivo ed inizio a fotografare la città che morde le macerie, la città che non vuole più aspettare, la città che urla ai pochi turisti ammutoliti che con incredulità guardano la forza della natura e l’incapacità dell’uomo di controllarla… IO SONO ANCORA QUI.. diventa chiaro il messaggio dentro la basilica, torno nuovamente là per fotografare

 

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

Duomo di San Massimo ( Opera di: Lea Contestabile “Il sogno della Bella Addormentata”, un’enorme coperta fatta di oltre mille casette di stoffa, cucite a mano e ricamate, a coprire una donna dormiente sotto uno degli altari)

la luna si sta alzando nel cielo nuovamente per guardare la città.. chissà se anche lei sta urlando.. “Voglio vivere” ??

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

(la fontana delle 99 cannelle restaurata dal FAI)

aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto  Il coraggio di non guardare troppo indietro e nemmeno troppo avanti,ma di stare nel presente,come da piccoli,non facciamoci troppe domande,il nostro unico impegno è l’oggi..Galleggiamo nell’esistenza…poichè forse ha ragione lui…”La vita è un brivido che vola via,tutto un’equilibrio sopra la follia”…Vasco..o come disse Oscar Wilde”Dietro a ogni cosa squisita vi è una cosa tragica.I mondi debbono penare perchè possa sbocciare un fiore..”.aquila,l'aquila,terremto,abruzzo,ricostruzione terremoto

Dalle Grotte di stiffe alla cucina Abruzzese tradizionale.. Natura e cucina sincera..

 

 

grotte abruzzo,stallatiti,stallagmitiLe Grotte di Stiffe (riaperte dal giugno 2011 dopo il sisma che ha colpito l’abruzzo)sono situate all’apice della forra sovrastante il piccolo paese di Stiffe, frazione del Comune di San Demetrio ne’ Vestini.

 

In prossimità della grotta è possibile ammirare uno degli angoli più belli di tutto l’Abruzzo: da una parte lo sguardo si adagia sulla placida, morbida visione della conca aquilana, dominata dalla imponente mole della catena del Gran Sasso d’Italia, dall’altra s’inerpica sull’aspra parete rocciosa alta cento metri, che sovrasta l’ingresso della grotta, e si perde nella lussureggiante vegetazione della forra, attraversata da sentieri perfettamente percorribili.

Le Grotte di Stiffe sono una risorgenza, cioè il punto in cui un fiume torna alla luce dopo un tratto sotterraneo; nel caso di Stiffe questo punto è situato all’apice della forra che sovrasta il piccolo paese omonimo. http://www.grottestiffe.it/inform.htm


grotte abruzzo, stallatiti, stallagmiti, grotte stiffe

 a soli 5 minuti di di macchina dalle grotte e a 15 minuti dall’Aquila ho trovato un’eccellenza che assolutamente voglio presentarvi.. Casa Bologna ristorante  Bed & Brekfast.. la cordialità degli abruzzesi, la voglia di rincominciare dopo il Terremoto, il profondo legame con il territorio.. ma, e… soprattutto il Buon cibo!!!!!

grotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti, grotte stiffe, san demetrio ne vestini, san eusanioTorconese, casa Bologna, bed and breakfast, ristorante

La simpatia e la bravura in cucina di Omar vi stupiranno come hanno fatto con me.. Carne cotta nel forno a legna  (non abbiate fretta, per una bistecca da sogno occore attendere che la brace rilasci i profumi del legno)   è così buona… che non posso spiegarvi.. dovete andare ad assaggiarla.. e poi ravioli: miele, ricotta, noci con zafferano, ravioloni di carne, porcini trifolati e assolutamente da non perdere scamorza, porcini e tartufo..

Rosso di Montepulciano d’Abruzzo, Cerasuolo rosato e Liquore alla genziana, ratafia (liquore alle amarene) da servire ghiacciato con i biscottini  al vermuth fatti in casa.. e poi le storie della moto guzzi del nonno, dei pezzi antichi raccolti, degli strumenti da lavoro del passato…

 

 

grotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristorantegrotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristorante

ravioli allo zafferano;  Scamorza porcini e tartufo

grotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristorantegrotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristorante

Porcini trifolati, Biscotti fatti in casa 

grotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristorante

per finire un buon caffè… e

Casa Bologna Ristorante Bed&Breakfast  Sant’Eusanio Torconese (L’Aquila) www.ristorantecasabologna.com    

 

grotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristorantegrotte abruzzo,stallatiti,stallagmiti,grotte stiffe,san demetrio ne vestini,san eusaniotorconese,casa bologna,bed and breakfast,ristoranteIl piacere di un sapore si concentra nel palato,anche se spesso non nasce lì ma da un ricordo…E componenti essenziali di questo piacere risiedono negli altri sensi,la vista,l’olfatto,il tatto e persino l’udito..Direte perchè l’udito?….Nulla mi sazia come sentire il rumore della cipolla che soffrigge lentamente,i piatti appoggiati con delicatezza alla tavola..L’armonia dei gesti di chi offre il cibo,la quieta gratitudine di chi fiducioso lo riceve….Il suono di una cucina per me è il suono della vita….A Casa Bologna ho trovato tutto questo………… 

Come Lady Hawke .. Annika Boc a Rocca Calascio scenari da Film ! tra leggenda e realtà

LADY HAWKE, rocca calascio, abruzzo, castello medievaleCorre l’anno 1239. Ci troviamo nella cittadina di Aquila (in alcune traduzioni riportata come Avignone); attraverso i labirinti fognari, il giovane ladruncolo Philippe Gaston riesce a scappare dalle locali prigioni, sfatando una leggenda che le voleva a prova di evasione.

Braccato dalle guardie del Vescovo di Avignone, riesce a salvarsi solo grazie all’intervento di Etienne Navarre, solitario e misterioso cavaliere che non tarda a rivelare i propri scopi: usare le doti dell’abile Philippe per entrare di nascosto in Avignone e compiere una vendetta.

 lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleLa sua storia inizia due anni prima, quando, Capitano delle Guardie innamoratosi (ricambiato) dell’incantevole Isabeau d’Anjou – Isabella d’Angiò , è costretto a fuggire con lei per sottrarla alle ossessive e sacrileghe attenzioni del Vescovo in persona, follemente stregato dalla bellezza della giovane. Tremenda allora la maledizione lanciata su di loro dall’ecclesiastico, e sostenuta da un patto scellerato con le più empie forze delle tenebre: dall’alba al tramonto lei sarà un bellissimo falco, e lui, dal tramonto all’alba, un temibile lupo nero, almeno “fino a quando esisteranno il giorno e la notte”.

Costretto al seguito di Navarre, Philippe ne scoprirà gradualmente il segreto, divenendo suo malgrado intermediario tra i due sfortunati amanti. Quando, nel corso di uno scontro con gli implacabile armigeri del Vescovo, il falco/Isabeau viene colpita quasi a morte da una freccia, sarà lo stesso Philippe a salvarla, portandola dall’unica persona in grado di curarla e nasconderla: Imperius, il prete che, in preda ai fumi dell’alcool, aveva a suo tempo tradito il segreto del loro amore denunciandolo al Vescovo nonostante il vincolo della confessione.

lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleRoso dal rimorso, proprio Imperius rivelerà l’esistenza di una via di salvezza per i due amanti: da lì a tre giorni, “un giorno senza notte ed una notte senza giorno” avrebbe finalmente permesso loro di affrontare il Vescovo come uomo e donna, e spezzare così la maledizione.. ma la realtà prende il sopravvento..  l’atmosfera è bellissima, le scene della storia e del film si rincorrono ma il 2011 e Rocca Calascio (mt 1460) ci attendono per regalarci colori e sapori egualmente Nobili.. www.roccacalascio.it

lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleA Rocca Calascio si puo’ dormire in lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievalecamere arredate con stile e situate negli antichi edifici del Borgo e pranzare con piatti tipici realizzati con prodotti locali biologici accompagnati da una selezione dei migliori vini abruzzesi.. io mi sono Ristorata qui www.rifugiodellarocca.it       La cena è lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleterminata,sono soddisfatta….Mi rilasso e inizio ad ascoltare il silenzio,qualcosa cattura la mia fantasia,sento il rumore dei passi,forse è l’innamorata Isabeu  in preda alla passione per il suo amato…forse sono io:i passi sono i miei….chi di noi non si è sentito imprigionato dall’amore?…..Mi tornano alla mente delle scene dello splendido filmlady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievale ladyhawke”…Il rintocco delle campane segnerà la fine…Ma un’eclissi di sole…………………..cambierà le sorti….Sono nel film?Sto sognando?Non so…ma mi piace…………………….Luoghi stupendi,atmosfere ferme nel tempo…. lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievalevi consiglio un soggiorno qui…Tra sogno e realtà….                                  

    

 

la mia vacanza continua.. Fuoristrada e passeggiate a cavallo sul Gran Sasso

abruzzo, gransasso, fuoristrada, cavallo, cavalcare, passeggiata cavallo, equitazione

 

 

abruzzo,gransasso,fuoristrada,cavallo,cavalcare,passeggiata cavallo,equitazione

 

abruzzo, gransasso, fuoristrada, cavallo, cavalcare, passeggiata cavallo, equitazione

 

abruzzo, gransasso, fuoristrada, cavallo, cavalcare, passeggiata cavallo, equitazione

 

Alcune località: Chiarino, piani di Tivo, Campo Imperatore, Fonte vetica, Rigopiano…La natura qui fa sul serio….Trovi la pace,la voglia di stare a contatto con la natura..Quella vera..Il Gran Sasso è maestoso,coraggioso..Gli animali pascolano sereni,come se non avessero altri scopi nella vita,non cercano nulla..In questo luogo uno si ferma e si chiede:ma perchè corro sempre?dove sto andando?…..Pascoli,boschi,sentieri per passeggiate……..Quando arriva abruzzo,gransasso,fuoristrada,cavallo,cavalcare,passeggiata cavallo,equitazioneabruzzo,gransasso,fuoristrada,cavallo,cavalcare,passeggiata cavallo,equitazionel’appetito si va al rifugio “Fonte Vetica”(0862.938138  330.432678 coordinate gps per raggiungere il rifugio N42.42377 E13.74058),una splendida cucina abruzzese attende il passante…agnello alla brace,scamorza affumicata,polenta ,e magari una chitarra in sottofondo….Per ora non mi è tornata la voglia di grandi metropoli..Vado a fare una passeggiata a cavallo…Il mio viaggio continua e non sò davvero dove mi porterà…..Certamente dentro me stessa…….Forse proprio qui riuscirò a vedere la mia stella cadente…