Milano.. Museo Novecento.. dal 4 aprile mostra su “Andy Warhol”.. Fiori 1964 diventa una torta!

Andy Warhol.jpgAndy Warhol, oltre a essere un genio indiscusso, fu anche un vero amante dei dessert e precursore del cake design, Warhol pubblicò nel 1959 il ricettario Wild Raspberries! Anche per questo per l’apertura della mostra dal 4 aprile al Museo Novecento il laboratorio torte di simona 2.jpg le Torte di Simona ha creato un gàteau ispirato al quadro
Fiori 1964
…. Arte e cibo, perchè scegliere quando si può avere tutto? 

annika.jpgUn artista è uno che produce cose di cui la gente non ha bisogno ma che lui – per qualche ragione – pensa sia una buona idea dargli18-06-2011 11.54.42.JPG

MILANO… “UNA STORIA DI LATTA”.. Aperitivo nel Giardino di Latta e Fiori di Gulliver!


Nei ciuffi smeraldo, fiorisce il rosso, poi, l’azzurro e il bianco; come zaffiro, perla e splendido ricamo”. William Shakespeare”

Ho scomodato il grande poeta poichè sono certa che farebbe volentieri un salto per sbirciare  fiori di latta.jpgUNA STORIA DI LATTA“…. Dal 23 novembre in corso Indipendenza 16 a Milano. (02.70006147) http://www.entratalibera.mi.it/ Uno spazio creativo, dove  i designer possono incontrarsi e creare nuove idee, nuove correnti artistiche.. Per chi ama i fiori , l’arte e l’ingegno  ecco la giusta mostra che comprende:  LA fiori 2.jpgFLORA FUTURISTICA- Un’anteprima, I FIORI DI GULLIVER- Un’installazione, IL GIARDINO DI LATTA DOVE CRESCE L’ERBA  VOGLIO…
Il tutto cullato da una degustazione di prodotti di
eccellenza su e giù per la Val Camonica! Non perdete l’
aperitivo il 22 novembre ore 18.00

mostra,una storia di latta,i fiori di gulliver,aperitivi,cocktail18-06-2011 11.54.42.JPG

 

 

MILANO.. APERITIVO E CENA DA BIANCHI.. TRA FIORI E SAPORI….

fioraio bianchi 1.jpgTempo fa i fiori, oltre il potere di incantare, avevano anche il compito di trasmettere messaggi d’amore, ma quest’arte, nella corsa al tempo si è un pò persa . Pare che tutto iniziò in Turchia , dove i fiori erano utilizzati per recapitare messaggi d’amore in codice nell’harem; E si dice anche che a introdurre questa pratica in Inghilterra fu Lady Mary Wortley Montagu ,che in quanto moglie dell’ambasciatore inglese visse in quel paese dal 1716 al 1718…  Quanto mi piacerebbe rivivere anche per poco in quell’epoca senza cellulari e iPad!  Tanti giri di parole per citare un ristorante che mi piace molto, un luogo storico della città meneghina, il
 fioraio bianchi 1 a.jpgBIANCHI! Un tempo grandissimo fioraio, ora anche un piccolo ristorante e caffè, che ricorda molto i bistrot francesi.. Qui fiori e sapori si fondono perfettamente formando un melange unico… Se amate una donna portatela a cena qui… Non perdetevi icupcake bianchi milano.jpg cupcakes, da gustare, da regalare… http://www.fioraiobianchicaffe.it/storia/ via Montebello 7.

annika.jpgNon ho mai smesso di sfogliare le margherite selvatiche per capire se chi voglio mi  ama, e voi?18-06-2011 11.54.42.JPG

ROCCA BORROMEO DI ANGERA.. 28 APRILE L’ARTE DI CUCINARE CON FIORI E ERBE- 19 MAGGIO COSMESI NATURALE!

primavera 3.jpgI fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati la mattina, al tavolo degli angeli” Gibran 

Le fioriture di primavera rivelano tutta la bellezza di un sogno realizzato.. Ma i fiori e le piante non sono solo per la vista, essi coinvolgono i nostri cinque sensi. Per questo vi segnalo due giornate imperdibili , presso larocca borromeo angera.jpg Rocca Borromeo di Angera,  affacciata sul lago Maggiore..

Negli inebrianti giardini medievali,il 28 aprile  si potrà imparare l’arte della fitoalimurgia, per cucinare con i fiori e le erbe selvatiche:aperitivi, insalate, gelati, decotti e tanto altro.. Che fanno così bene al nostro corpo, poichè dalla terra arriva tutto ciò ci serve… Mentre il 19 maggio è possibile seguire un seminario sui fiori e sulle erbe selvatiche, utili nella cosmesi naturale, si coglieranno i fiori coi quali si preparerà una crema da portare a casa, per coccolare il nostro corpo.. Per info 0331931300 (http://www.borromeoturismo.it/scripts/home.php).

annika.jpgIn un trasloco che feci circa due anni fa,direi il” trasloco” poichè fu il primo concreto della mia vita: certo viaggiai molto, mi assentai per lunghi periodi, ma non lascia mai defiitivamente la base! Quella volta feci sul serio,  pensai quindi  di portare con me un sacchettino di terra del giardino della casa che lasciavo e in cui avevo praticamente trascorso tutta la mia vita,per piantare un fiore, magari un nontiscordardimè.. .. Ancora non sapevo che quel sacchettino di terra, era molto di più.. Conteneva le mie radici recise, oggi  guardandolo sento ancora un pò male…18-06-2011 11.54.42.JPG