Gravedona ed Uniti.. Tira su i cler! I negozianti non si arrendono alla crisi!

tira su i cler, gravedona, gravedona e uniti

Tira su i cler: il centro strorico di gravedona vuole vivere… e non ci sta a farsi trascinare via dalla crisi..

 

 

bellissima l’iniziativa Tira su i cler che registra in pochi giorni risultatati brillanti come lo sfavillio delle luci delle vetrine…

tira su i cler, gravedona, gravedona e uniti, bicilette d'epoca

 

tira su i cler,gravedona,gravedona e uniti,bicilette d'epocail vicolo caratteristico del centro, la passeggiata dello shopping è tornata ad essere illuminata..

 

 

tira su i cler,gravedona,gravedona e uniti,bicilette d'epocale saracinesche sono state alzate, le vetrine allestite e chissà che anche i negozi si potranno riaprire… 

 

tira su i cler,gravedona,gravedona e uniti,bicilette d'epoca

In primo piano una riproduzione della “Lucia” la barca della tradizione lariana

   

 Gravedona si trova nella parte settentrionale del Lago di Como, conosciuta con il nome di Alto Lario, è un’area ricca di storia e di natura, dalle bellezze paesaggistiche incontaminate,

tira su i cler,gravedona,gravedona e uniti,bicilette d'epoca

 Gravedona ed Uniti ( in una foto d’epoca)  sorge  sulla sponda occidentale del Lago a 50 km da Como e a circa 100 da Milano 

 

tira su i cler,gravedona,gravedona e uniti,bicilette d'epocaNon perdiamo le nostre radici, noi siamo la nostra storia… Ritorniamo ad acquistare nei negozi del centro, tra profumi e rumori conosciuti, con l’attenzione alle persone.. Senza numerini per stare in coda.. Buona passeggiata…… Annika Boc

8 marzo.. brindiamo con un aperitivo “Mimosa” al coraggio delle donne..

smile again associazione.jpgUn pensiero speciale per le donne vittime dell’acidificazione, pratica barbara ancora usata in alcuni paesi come il Pakistan, dove  da poco è stata riconosciuta come reato.Smile Again e  Acid Survivors Foundation, stanno lottando per una legge più dura.

E a tutte noi donne un racconto tratto da le”Donne Che Corrono Coi Lupi”… Un uomo andò da un szabò, un sarto, e provò un abito. Stando davanti allo specchio vide che l’orlo era irregolare. “Oh” disse il sarto, “non si preoccupi. Tenga giu la parte più corta con la sinistra, e nessuno se ne accorgerà”.  Mentre il cliente seguiva il consiglio, osservò che il risvolto della giacca si arrotondava invece di restare piatto. “Questo?” disse il sarto. ” Ma non è niente”. Giri un poco la testa e tenga giù il mento”. Il cliente accondiscese, ma intanto osservò che il cavallo dei pantaloni era un pò corto e stringeva un pò.  “Oh, non si preoccupi di questo”, disse il sarto. ” Tenga giù il cavallo con la destra, e sarà perfetto”. Il cliente accettò e acquistò l’abito. Il giorno dopo indossò il vestito nuovo con tutte le alterazioni portate da mani e mento. Mentre passava per il parco con il mento che teneva giù il risvolto, una mano che tirava giù la giacca e l’altra il calzone, due vecchi smisero di giocare a scacchi per guardarlo mentre passava. “M’Isten, Dio mio”! disse il primo ” guarda quel povero storpio”! L’altro riflettè un momento e poi sussurò: ” Igen, si, è davvero storpio, ma…. dove avrà trovato un vestito così bello?”

Annika 8marzo.jpgNoi donne ,Vogliamo a tutti i costi sembrare impeccabili, anche se soffriamo e non ci percepiamo più, camminiamo nella vita completamente bloccate, per far vedere che ce la facciamo,che va tutto bene..

L’unica cosa che voglio fare domani è sedermi al sole, e percepirne il calore, magari con un’amica e bere un buonissimo aperitivomimosa cocktail.jpg Mimosa… Spremete un’arancia, versate il liquido in una flutes e coprite con prosecco…18-06-2011 11.54.42.JPG

VUOI SUPERARE LO STRESS DA RIENTRO?… MILANO 10 SETTEMBRE GRANDE NOTTE CON SEBASTIAN LEGER… .. APERITIVO AL BLANCO.. COME FORMENTERA..

SPIAGGIA MIGJIORN.jpgSpiaggia di Migjiorn ,la sabbia bianca  e sottile accarezza i miei piedi,ordino un Mojito ghiacciato al BLANCO FORMENTERA 13.JPGchiringuito Blanco…. Dove siamo?… Nella splendida Formentera… Che posto fantastico… Mi riprendo:sto sognando ad occhi aperti!… Mi tiro uno schiaffo!! E’ settembre… Rientro in città,un arrivederci con un filo di voce alle vacanze..Ci risiamo…nulla è cambiato, caos, stress,MILANO SMOG.jpggrigie città.. Tutti lanciano consigli per lo stress da rientro! Consigli alimentari,fate sport,prendetevi delle pause…Iscrizioni in palestra,corsi vari da iniziare…  Ma il mio corpo non ha voglia!testa a posto.jpg Perchè dovrei riabituarmi a qualcosa di snervante?La mia parte razionale capisce,ma il mio emisfero sinistro?Devo reagire..  Nessuna fuga…resto ferma…..Mentre cerco di capire come placare il mio malumore,scopro che a Milano sabato 10 settembre si prevede una nottata bollente… Un addio all’estate di tutto rispetto.. A questo punto mi sento in dovere di comunicarlo anche a voi……………….Dal tramonto all’alba tenetevi liberi…………Si festeggia  il 12° anno della Messa production….

Milano ore 21,sabato 10 settembre….. Si parte con un aperitivo al modaioloBLANCO 2.jpgblanco 1.PNG Blanco  http://www.blancomilano.com;  via Lavater,tantissimi cocktails  e ottima musica fino alle 24.00…  Arrivata la mezzanotte ci si trasferisce a  un main party presso TROPICANA 2.jpgTROPICANA MILANO.jpgEl Tropicana di Viale Bligny.. Qui ci si scatena fino alle 5.00 del mattino,ospiti di fama internazionale,ballerini,special guest Sebastian Leger.jpgSebastian Leger….   Musica House e Techno….    

 

annika.jpg18-06-2011 11.54.42.JPGA volte abbiamo solo brutte abitudini fossilizzate,pensiamo che solo in vacanza,in posti lontani,dove cambiamo abito e amici possiamo divertirci e sentirci vivi..   Voglio cambiare…….. Ogni volta che sentirò il bisogno di chiudermi mi aprirò,quando sentirò l’impulso di andarmene rimarrò… E poi….Infilo le mie nuoveLoboutin.jpg louboutin….                   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come Lady Hawke .. Annika Boc a Rocca Calascio scenari da Film ! tra leggenda e realtà

LADY HAWKE, rocca calascio, abruzzo, castello medievaleCorre l’anno 1239. Ci troviamo nella cittadina di Aquila (in alcune traduzioni riportata come Avignone); attraverso i labirinti fognari, il giovane ladruncolo Philippe Gaston riesce a scappare dalle locali prigioni, sfatando una leggenda che le voleva a prova di evasione.

Braccato dalle guardie del Vescovo di Avignone, riesce a salvarsi solo grazie all’intervento di Etienne Navarre, solitario e misterioso cavaliere che non tarda a rivelare i propri scopi: usare le doti dell’abile Philippe per entrare di nascosto in Avignone e compiere una vendetta.

 lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleLa sua storia inizia due anni prima, quando, Capitano delle Guardie innamoratosi (ricambiato) dell’incantevole Isabeau d’Anjou – Isabella d’Angiò , è costretto a fuggire con lei per sottrarla alle ossessive e sacrileghe attenzioni del Vescovo in persona, follemente stregato dalla bellezza della giovane. Tremenda allora la maledizione lanciata su di loro dall’ecclesiastico, e sostenuta da un patto scellerato con le più empie forze delle tenebre: dall’alba al tramonto lei sarà un bellissimo falco, e lui, dal tramonto all’alba, un temibile lupo nero, almeno “fino a quando esisteranno il giorno e la notte”.

Costretto al seguito di Navarre, Philippe ne scoprirà gradualmente il segreto, divenendo suo malgrado intermediario tra i due sfortunati amanti. Quando, nel corso di uno scontro con gli implacabile armigeri del Vescovo, il falco/Isabeau viene colpita quasi a morte da una freccia, sarà lo stesso Philippe a salvarla, portandola dall’unica persona in grado di curarla e nasconderla: Imperius, il prete che, in preda ai fumi dell’alcool, aveva a suo tempo tradito il segreto del loro amore denunciandolo al Vescovo nonostante il vincolo della confessione.

lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleRoso dal rimorso, proprio Imperius rivelerà l’esistenza di una via di salvezza per i due amanti: da lì a tre giorni, “un giorno senza notte ed una notte senza giorno” avrebbe finalmente permesso loro di affrontare il Vescovo come uomo e donna, e spezzare così la maledizione.. ma la realtà prende il sopravvento..  l’atmosfera è bellissima, le scene della storia e del film si rincorrono ma il 2011 e Rocca Calascio (mt 1460) ci attendono per regalarci colori e sapori egualmente Nobili.. www.roccacalascio.it

lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleA Rocca Calascio si puo’ dormire in lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievalecamere arredate con stile e situate negli antichi edifici del Borgo e pranzare con piatti tipici realizzati con prodotti locali biologici accompagnati da una selezione dei migliori vini abruzzesi.. io mi sono Ristorata qui www.rifugiodellarocca.it       La cena è lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievaleterminata,sono soddisfatta….Mi rilasso e inizio ad ascoltare il silenzio,qualcosa cattura la mia fantasia,sento il rumore dei passi,forse è l’innamorata Isabeu  in preda alla passione per il suo amato…forse sono io:i passi sono i miei….chi di noi non si è sentito imprigionato dall’amore?…..Mi tornano alla mente delle scene dello splendido filmlady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievale ladyhawke”…Il rintocco delle campane segnerà la fine…Ma un’eclissi di sole…………………..cambierà le sorti….Sono nel film?Sto sognando?Non so…ma mi piace…………………….Luoghi stupendi,atmosfere ferme nel tempo…. lady hawke,rocca calascio,abruzzo,castello medievalevi consiglio un soggiorno qui…Tra sogno e realtà….                                  

    

 

NATALE d’AMORE???

default.jpg

MAH!Ciao!come stai bene…sei bellissima!ma sei dimagrita?Subito un brindisi di benvenuto!!!! Via con le danze….cominciano le domande “ingenue” ,sulle avversità successe all’interlocutore del momento,di cui peraltro si sa già tutto….. Finalmente a tavola!La radiografia sull’eventuale aumento o diminuzione del peso,sulla nuova borsa,o sull’ultimo taglio di capelli sembra almeno al momento stoppata…..Cognati, uno di fronte all’altro,genitori o suoceri,fratelli,sorelle,nipoti,tutti seduti,tutti pronti per profanare l’ennesimo Natale…Tra gli antipasti,i primi,il sorbetto,volano sorrisetti,i complimenti ipocriti continuano…

Storielle già sentite,riesumate come nuove,scambio di doni,tra l’invidia:”io non me lo potrei permettere da solo” e, l’amore che il tasso alcolico  fortunatamente procura,e che spesso fa dire più di quanto vorremmo o dovremmo….Insomma è in atto la Babele dei sentimenti…Spesso dopo il terzo bicchiere di ottimo vino,due cognati iniziano a farsi battute acide,come soggetto il Brunetta o Vendola di turno,a questo punto la madre,nonchè suocera,cerca di spegnere i battibecchi,passa diritta in mezzo ai due gladiatori di turno,facendo loro una carezza o provando a raccontare le marachelle che combina il marito,suocero,padre!!!Claro que si!Il povero capo famiglia,Grazie ai capelli bianchi e all’assidua frequentazione alle feste comandate,sa che deve aggirarsi con delle battute divertenti in tasca..mentre la moglie detiene il ruolo di saggia padrona di casa….che fatica,che spreco di energia…

Ma non sappiamo proprio rinunciare a tutto questo,ogni primo giorno del nuovo anno,ci ripromettiamo che per il prossimo Natale saremo ai Caraibi,e lasceremo le malelingue a macerarsi nel proprio fiele,ma inesorabilmente ci presentiamo all’appello….dimenticavo c’è anche chi si chiude in casa fingendo di essere in vacanza(NC)….

Ho messo in apertura del post una foto del film”Il pranzo di Babette”, tratto dal libro di Karen Blixen ,un manifesto di come una cena possa trasformare l’odio,la dffidenza,in amore…io lo rivedrò certamente prima del 25 dicembre,lo consiglio vivamente a tutti……………

La trama è molto dolce,la protagonista diviene grazie a una memorabile cena,la catalizzatrice dei sentimenti,bloccati dal pudore di una piccola comunità nordica.Babette ,rifugiata politica,funge da domestica di due sorelle sfortunate in amore,Martina e Filippa.Entrambe per varie sventure della vita,avevano incontrato l’amore,ma esso poi per vari motivi era fuggito.le due sorelle arrivano infatti alla vecchiaia ancora vergini.La domestica,Babette,ormai affezzionata alle vecchiette,dopo aver vinto una bella somma alla lotteria,decide di rievocare i bei tempi in cui era chef in famoso ristorante di Parigi e di preparare una gran cena.Investe tutto il denaro vinto nell’acquisto degli ingredienti,facendo arrivare i cibi dalla Francia trasgredisce alla regola di frugalità della comunità.

Ma la cura con cui la tavola viene apparecchiata,e un menù con brodo di tartaruga,caviale,quaglie e bottiglie di Clos Veugeot,portano tutti a rievocare gli amori che non furono.La serata nata come una festa della tavola diventa una celebrazione dei sentimenti,dell’amicizia e dell’amore.

Ci sentiremo avvolti dallo charme del film,  romantici e predisposti come da tanto non ci capitava…magari riusciremo anche coi nostri cari a brindare alla vita….a scambiarci regali per il gusto di farlo….sperando di ritrovarci ancora lì il prossimo anno…..utopia?non so….ma voglio provare……annika.jpg

 

                                                                                                                                             Annika Boc