Natale.. Nei supermercati Tosano, in promozione le mie vaschette gelato con ricette per dolci e aperitivi!

natale,capodanno,panettone,gelato,annika boc,cold gelati,vaschette,tosano supermercati,aperitivi,ricette
Non c’è recessione o spending review, così abile da riuscire a smorzare il calore del Natale, la luminosità  e la speranza di entrare in un anno nuovo lasciandoci alle spalle un pò di buio..
Ognuno di noi ha il compito di dare un piccolo contributo, affinchè si possano passare delle feste scintillanti senza spendere una follia! A questo proposito vi segnalo che nei supermercati e ipermercati natale,capodanno,panettone,gelato,annika boc,cold gelati,vaschette,tosano supermercati,aperitivi,ricetteTosano potrete trovare tutta la linea delle mie vaschette da natale,capodanno,panettone,gelato,annika boc,cold gelati,vaschette,tosano supermercati,aperitivi,ricette500 gr in promozione per il periodo natalizio, sul retro delle confezioni tante ricette.. Una pallina di gelato al fiordilatte con una fetta di pandoro caldo e tanto altro su http://www.annikaboc.com/aper-ice/

E alcuni simpatici video…………………. 

annika.jpgVorrei mettere lo spirito del Natale all’interno di un barattolo e poterlo tirare fuori mese per mese, poco alla volta….18-06-2011 11.54.42.JPG


NATALE d’AMORE???

default.jpg

MAH!Ciao!come stai bene…sei bellissima!ma sei dimagrita?Subito un brindisi di benvenuto!!!! Via con le danze….cominciano le domande “ingenue” ,sulle avversità successe all’interlocutore del momento,di cui peraltro si sa già tutto….. Finalmente a tavola!La radiografia sull’eventuale aumento o diminuzione del peso,sulla nuova borsa,o sull’ultimo taglio di capelli sembra almeno al momento stoppata…..Cognati, uno di fronte all’altro,genitori o suoceri,fratelli,sorelle,nipoti,tutti seduti,tutti pronti per profanare l’ennesimo Natale…Tra gli antipasti,i primi,il sorbetto,volano sorrisetti,i complimenti ipocriti continuano…

Storielle già sentite,riesumate come nuove,scambio di doni,tra l’invidia:”io non me lo potrei permettere da solo” e, l’amore che il tasso alcolico  fortunatamente procura,e che spesso fa dire più di quanto vorremmo o dovremmo….Insomma è in atto la Babele dei sentimenti…Spesso dopo il terzo bicchiere di ottimo vino,due cognati iniziano a farsi battute acide,come soggetto il Brunetta o Vendola di turno,a questo punto la madre,nonchè suocera,cerca di spegnere i battibecchi,passa diritta in mezzo ai due gladiatori di turno,facendo loro una carezza o provando a raccontare le marachelle che combina il marito,suocero,padre!!!Claro que si!Il povero capo famiglia,Grazie ai capelli bianchi e all’assidua frequentazione alle feste comandate,sa che deve aggirarsi con delle battute divertenti in tasca..mentre la moglie detiene il ruolo di saggia padrona di casa….che fatica,che spreco di energia…

Ma non sappiamo proprio rinunciare a tutto questo,ogni primo giorno del nuovo anno,ci ripromettiamo che per il prossimo Natale saremo ai Caraibi,e lasceremo le malelingue a macerarsi nel proprio fiele,ma inesorabilmente ci presentiamo all’appello….dimenticavo c’è anche chi si chiude in casa fingendo di essere in vacanza(NC)….

Ho messo in apertura del post una foto del film”Il pranzo di Babette”, tratto dal libro di Karen Blixen ,un manifesto di come una cena possa trasformare l’odio,la dffidenza,in amore…io lo rivedrò certamente prima del 25 dicembre,lo consiglio vivamente a tutti……………

La trama è molto dolce,la protagonista diviene grazie a una memorabile cena,la catalizzatrice dei sentimenti,bloccati dal pudore di una piccola comunità nordica.Babette ,rifugiata politica,funge da domestica di due sorelle sfortunate in amore,Martina e Filippa.Entrambe per varie sventure della vita,avevano incontrato l’amore,ma esso poi per vari motivi era fuggito.le due sorelle arrivano infatti alla vecchiaia ancora vergini.La domestica,Babette,ormai affezzionata alle vecchiette,dopo aver vinto una bella somma alla lotteria,decide di rievocare i bei tempi in cui era chef in famoso ristorante di Parigi e di preparare una gran cena.Investe tutto il denaro vinto nell’acquisto degli ingredienti,facendo arrivare i cibi dalla Francia trasgredisce alla regola di frugalità della comunità.

Ma la cura con cui la tavola viene apparecchiata,e un menù con brodo di tartaruga,caviale,quaglie e bottiglie di Clos Veugeot,portano tutti a rievocare gli amori che non furono.La serata nata come una festa della tavola diventa una celebrazione dei sentimenti,dell’amicizia e dell’amore.

Ci sentiremo avvolti dallo charme del film,  romantici e predisposti come da tanto non ci capitava…magari riusciremo anche coi nostri cari a brindare alla vita….a scambiarci regali per il gusto di farlo….sperando di ritrovarci ancora lì il prossimo anno…..utopia?non so….ma voglio provare……annika.jpg

 

                                                                                                                                             Annika Boc